CONNESSI CON IMPACT

Pubblicato in News -

 

 

CONNESSI CON IMPACT

 

 

“IMPACT UMBRIA - Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Co-progettate sul Territorio” è il progetto con capofila la Regione Umbria, che coinvolge quali partner Frontiera Lavoro soc. coop. soc., ABN A&B Network Sociale, Anci Umbria, Aris Formazione e Ricerca, Cidis onlus, CSC Cooperativa Sociale, Frontiera Lavoro, Tamat, UNC Umbria.

Esso permette di proseguire quanto già avviato con il precedente progetto “PASSI - Promozione dell’accesso ai servizi per l’integrazione”, attraverso l’ampliamento e aggiornamento del protocollo d’intesa volto ad attivare una forma di interazione e collaborazione tra soggetti pubblici e del privato sociale per la diffusione e la valorizzazione delle competenze e delle esperienze e quindi la qualificazione dei servizi resi alla popolazione migrante.

Infatti, il protocollo promosso dalla cooperativa sociale Frontiera Lavoro, vuole costruire e rendere viva una rete di soggetti in dialogo continuo, al fine di incrementare conoscenze e competenze di supporto ai migranti rispetto alla complessità ed eterogeneità dei loro bisogni ed offrire prestazioni più efficaci: la rete è insomma uno spazio di incontro in cui è più facile attivare, mantenere e consolidare rapporti di collaborazione a lungo termine tra i soggetti attivi sul territorio.

Proprio per animare la rete sono stati programmati una serie di incontri rigorosamente online fra i soggetti sottoscrittori e non solo, affinché i molteplici attori che lavorano nell’ambito dell’immigrazione possano conoscersi meglio, condividere progetti ed esperienze, approfondire temi specifici attraverso testimonianze e apporti esterni. Per facilità i soggetti aderenti sono stati raccolti in tre gruppi, sulla base delle proprie specificità e dell’ambito operativo prevalente: Servizi; Partecipazione, Lingua e Intercultura; Integrazione socio lavorativa. Per la verità chi opera nel Terzo settore si trova ad operare su più fronti ed il coinvolgimento e il contributo portato è stato ancora più significativo.

Oltre all’incontro iniziale rivolto a tutti, si sono svolti già 4 incontri. Le tematiche fin qui affrontate hanno riscosso molto interesse: l’incontro “Donne migranti e lavoro” ha approfondito i problemi e le opportunità per le donne migranti in ambito lavorativo; “Forme e pratiche dei linguaggi” è stato dedicato a una riflessione sui cambiamenti delle modalità di comunicazione, con particolare riguardo alla situazione emergenziale da Covid-19; mentre “Emersione delle competenze per l’inserimento sociale e lavorativo” ha permesso un interessante confronto fra progetti, strategie, strumenti, attuati e costruiti per favorire l’emersione di conoscenze, competenze e abilità dei migranti. Infine l’ultimo “Servizi a supporto dell’integrazione socio-lavorativa” è stata l’occasione per incontrare ARPAL Umbria Agenzia Regionale Politiche Attive del Lavoro che ha parlato di organizzazione, modalità di accesso ai servizi offerti ed opportunità.

Gli incontri fin qui effettuati si sono dimostrati un ottimo strumento per approfondire attraverso la condivisione i tanti diversi aspetti che caratterizzano l’ambito degli interventi a favore dei migranti, e i soggetti partecipanti hanno manifestato la volontà di proseguirli toccando altre tematiche e condividendo altre esperienze.

Ciò sarà possibile perché, agli incontri già in programma, se ne potranno aggiungere altri, grazie alla proroga di cui beneficerà il progetto e che consentirà di non interrompere questo flusso comunicativo che si è creato, spinto anche dalla facilità di partecipazione offerta dalle piattaforme che hanno invaso e riempito le nostre giornate di nuove occasioni di dialogo.