Coltivare Talenti

Pubblicato in Progetti

 

 

Coltivare Talenti è un progetto per giovani in condizioni di vulnerabilità o esposti al rischio di esclusione sociale. Saranno coinvolti i NEET (Not in Education, Employment or Training) cioè giovani non impegnati in percorsi di studio, formazione o lavoro. Candidarsi a partecipare a "Coltivare Talenti" significa avere la possibilità di intraprendere un percorso di orientamento al lavoro con approfondimento del settore agricolo e, in seguito a colloqui motivazionali, partecipare al laboratorio agricolo per apprendere il mestiere di agricoltore affiancati da professionisti del settore e da esperti dell'accompagnamento al lavoro.

In un campo di quattro ettari ubicato nel Comune di Torgiano i giovani potranno sperimentarsi nel lavoro agricolo  ed  al  termine  del  Laboratorio avranno l'opportunità di conoscere le realtà cooperative che operano in agricoltura e partecipare alla costituzione di una start-up imprenditoriale vivendo in prima persona la gestione cooperativa d'impresa sociale.

Sarà un’occasione per ragazzi e ragazze, privi di occupazione, di essere orientati al lavoro agricolo, settore di rilievo nell’economia e nella società umbra, secondo il principio innovativo del job shadowing: imparare il mestiere direttamente sul campo affiancando professionisti all’opera per testare in situazione il possesso di attitudini e competenze da spendere nel settore specifico dell’agricoltura.

Il progetto ha la durata complessiva di due anni durante i quali si alterneranno laboratori di cinque mesi ciascuno. Per i partecipanti sono previsti un servizio di trasporto presso il Laboratorio e un rimborso delle spese di vitto.

“Coltivare Talenti” è  realizzato  dalla Cooperativa Sociale “Frontiera Lavoro”, che  da vent’anni promuove azioni di politica attiva del lavoro  per le fasce deboli della popolazione, in partenariato con   “AIAB Umbria - Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica dell'Umbria" che diffonde e promuove un modello di agricoltura che oltre alle tecniche agronomiche proprie del metodo biologico preveda che il settore agricolo si proponga anche come un soggetto attivo nella politiche di responsabilità sociale e con “Fondazione Opere Pie Riunite di Perugia”, ente filantropico che persegue fini assistenziali e culturali .