SFIDE 2: una buona pratica di presa in carico multi professionale

Pubblicato in Progetti

Il progetto è stato presentato a valere sul Bando di finanziamento “Avviso pubblico Interventi di presa in carico multi professionale finalizzati all’inclusione lavorativa di persone in esecuzione penale esterna”. Co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE) nell’ambito del Programma Operativo Regionale (POR) Umbria. Asse II “INCLUSIONE SOCIALE E LOTTA ALLA POVERTÀ”

Ha l’obiettivo di facilitare l'accesso al mercato del lavoro di ottanta persone in esecuzione penale esterna, orientandone la collocazione verso opportunità occupazionali che forniscano garanzie di stabilità e continuità, anche oltre il termine di esecuzione della pena.

Il cittadino in esecuzione penale esterna è portatore di una complessa situazione personale, determinata dalla inattività forzata e de professionalizzate, aggravata da problematiche quali la perdita del proprio ruolo nella società e nella propria famiglia, e la conseguente privazione dei più elementari punti di riferimento esterni.  L’accesso a percorsi di inserimento socio-lavorativo risponde alla doppia finalità di ripristinare le condizioni di agio per la persona affidata, diminuendone il livello pericolosità. Non sorprende che il tasso di recidiva dei detenuti che non hanno avuto accesso a percorsi di inserimento lavorativo sia del 27%, mentre scende al 2,8% fra i detenuti che hanno avviato tirocini guidati in contesti produttivi.

Le azioni del progetto, svolte su segnalazione dei casi da parte degli Uffici di Esecuzione Penale Esterna  di Perugia e Spoleto, afferenti al Ministero della Giustizia:, sono:

- Attività individualizzata di orientamento e bilancio delle competenze;
- Tirocinio formativo extracurriculare in deroga - L.R. 17/2013 e sua direttiva di attuazione – con accompagnato da servizio individualizzato di tutorship;
- Attività di sensibilizzazione del contesto economico e sociale locale,  per il miglioramento delle opportunità occupazionali e dell’incontro domanda-offerta di lavoro.

Per la realizzazione dei tirocini formativi possiamo contare su 118 aziende distribuite su tutto il territorio regionale, che mettono a disposizione 150 opportunità di tirocinio.

Sono PARTNER del progetto, con noi, in associazione temporanea di impresa, le  cooperative sociali Cultura e Lavoro di TERNI e il Quadrifoglio di ORVIETO.

Hanno aderito al progetto, fra gli altri, tutte le Zone Sociali della Regione, L’Università degli Studi di Perugia (Dipartimento di Scienze Politiche, Corso di Laurea in Scienze Sociali), Antigone Umbria, Confcommercio e Confcooperative Umbria.